Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

MyDigitalia
il digitale usato seriamente

difendersi dai nemici

difendersi dai nemici

I nemici sulla rete

Vi sono diversi tipi di possibili danni che si possono contrarre sul proprio computer, soprattutto navigando in rete. I rischi si stanno moltiplicando con le connessioni a banda larga (ISDN, ADSL) che hanno la caratteristica di lasciare a lungo (se non sempre) connesso il nostro PC alla rete; col risultato di rendere più vulnerabile ad attacchi il nostro PC.

Quali sono i tipi di nemici, che possono danneggiarci o comunque creare fastidi e invadenze?

alterano (o distruggono) i nostri dati

Distruggendo il lavoro costatoci tanto tempo, o prelevandolo dal nostro PC.

Antidoti = antivirus (come McAfee, Norton) e firewall (per vigilare su ciò che "entra e esce" dal nostro PC mentre siamo connessi alla Rete, impedendo che programmi maliziosamente installatisi a nostra insaputa inviino dati al loro "padrone" lontano e gli consentano di manomettere i nostri dati e i nostri programmi)

spiano i nostri dati

Esistono dei programmi che, deposti più o meno a nostra insaputa nel PC, in "luoghi" ovviamente "ben nascosti", inviano informazioni ad altri, ad esempio a ditte commerciali per l'invio di pubblicità "mirata".

Antidoto = prodotti anti-Spyware (come AD-AWARE, gratuito nella versione base).

invadono con pubblicità indesiderata

Si tratta dei cosiddetti spammers: è quasi impossibile difendersene totalmente. A chi infatti non è mai arrivavata una e-mail pubblicitaria non richiesta, magari con fastidiosa insistenza?

Non esiste un antidoto automatico (rischierebbe ad esempio di bloccare o distruggere della posta a cui teniamo). La cosa migliore è essere molto cauti nel fornire il proprio indirizzo e-mail principale, e cambiare spesso un indirizzo secondario, da lasciare a quei siti (tanto più se commerciali) che non siano pienamente affidabili.

nota bene

tutti sanno che...

 Bisogna istallare un buon antivirus sul nostro computer, e tenerlo costantemente aggiornato. Giustissimo. Indispensabile, probabilmente. Ve ne sono molti sul mercato, alcuni anche gratuiti, ma in genere si tratta di buoni prodotti.

ma non sanno forse che...

Il fatto è che non basta: mezz'ora dopo che avete scaricato l'ultimo aggiornamento dell'antivirus, può uscire un nuovo virus, non previsto nemmeno da quell'ultimo aggiornamento, e voi potete beccarvelo.

Fabbricare un virus infatti è alla portata di tutti, diciamo almeno di molti. Esistono siti sul web che forniscono comodi kit per virus fatti in casa.

E allora?

precauzioni utili

Utili a che cosa? A una sicurezza che non potrà comunque mai raggiungere livello 1000 per 1000, ma almeno abbatterà drasticamente la probabilità di essere oggetto di attacchi.

La maggior parte dei virus infetta i PC provenendo da internet. Anzitutto quindi va posta la massima attenzione agli strumenti con cui entriamo nella Rete.

In particolare occorre stare attenti a quale browser e a quale programma di posta elettronica usiamo.

I prodotti più vulnerabili, quelli che sono stati veicolo di più del 95% degli attacchi dei mostri infettanti sono i prodotti Microsoft, Internet Explorer e Outlook Express.

Perché?

In sintesi, per due ragioni:

Per questo, ridurre al minimo indispensabile (al limite ridurre a zero) l'uso di tali strumenti garantisce un livello di sicurezza decisamente più elevato. Si veda la scheda sulle alternative possibili ai prodotti Microsoft per il web.

Un'altro veicolo di trasmissione di virus sono stati i files di Word per Windows con estensione .doc, in quanto possono contenere delle macro, cioè una serie di istruzioni da eseguire, in pratica dei piccoli programmi, che possono appunto installare un virus sul nostro sistema. Il consiglio è quindi non tanto quello di rinunciare a Word o a Office, ma di salvare i propri files in formato .rtf (che non può contenere macro), pretendendo il più possibile che anche gli altri ci consegnino i loro lavori in tale formato o in un altro formato standard. Potete leggere la scheda sulle alternative a MS Word.

Infine una utile precauzione è partizionare il disco fisso, in modo da preservare da una eventuale infezione, almeno una parte del nostro computer.

in sintesi

che cosa fare?

MSWord?
.doc?
NO GRAZIE!

salvare sempre i files in formati standard (ad esempio evitare di salvarli come Documento Word: potete usare Word, ma salvarli come RTF, dal menu File\Salva con nome);
rispedite al mittente, se il caso, files con estensione .doc, possibili veicolo di virus.

occhio ai programmi strani!

evitare di installare programmi della cui affidabilità non siate più che sicuri.
Nell'incertezza meglio non installare.

Il modo più sicuro per evitare virus e altre porcherie?

Passare a Linux:
vedi infatti come poco i virus possono contro Linux

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.