Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

MyDigitalia
il digitale usato seriamente

convertire da .pvr in divx

convertire da .pvr in divx

Un ottimo prodotto per i possessori di PVR era il Talpa converter pvr-mpg di Talpa-Nanide. Una volta riversato (via USB) il file dal PVR su PC, si può procedere alla conversione.

La conversione-base si limita a togliere i pacchetti proprietari del file .pvr convertendolo in un .mpg (MPEG-2). In effetti tra .pvr e .mpg la differenza di bytes è minima...

a) l'elaborazione-base: con Talpa-Nanide

Chi vuole ottenere un file .avi in formato DivX, di cui abbiamo già detto, può procedere scegliendo un file multiplexato (con video e audio già uniti), impostando la compressione video e audio, e decidendo se tagliare (eventuali) bordi neri e/o modificare le dimensioni (ad esempio, la RAI trasmette a 544 pixel di larghezza, che è poco, per cui è consigliabile una ridimensionamento che avvicini ai 704 pixel).

b) aggiungere meta-data

E' utile GSpot, ma più flessibile e articolato è ABCavi, che si può connettere al database IMDB sulla Rete: con questi prodotti potete aggiungere quante informazioni volete sul video (regista, data, attori, keywords, dati di digitalizzazione e quant'altro).

Ovviamente queste informazioni non compaiono mentre vedete il video, ma solo a computer, usando un adeguato programma software (ad esempio lo stesso GSpot, o VirtualDub).

Suggerimento: alcune recenti versioni di ABCavi aggiungono ("di soppiatto") alcuni metatag che ne "esaltano" l'autore.
Per bypassare questa fastidiosa "genialata" potete, dopo aver salvato con ABCavi, riaprire il file e salvarlo con VirtualDub, che cancellerà automaticamente quei metatags fraudolenti, lasciandone però a sua volta dei suoi. Questi verranno definitivamente eliminati con una versione di ABCavi non successiva alla 1.5. Vabbé, è un giro un po' tortuoso, ma così avete un file completamente "pulito".

c) ulteriori aggiustamenti: con VirtualDub

Nel caso aveste un video con audio separato potete usare VirtualDub per unificarlo:

  1. si carica anzitutto il file video
  2. si carica poi l'audio
  3. per l'audio non per un "direct stream" ma per una "full conversion", usando ad esempio il formato .mp3
  4. per il video, qualora non lo si sia già compresso, si usi il codec DivX, scegliendo quale compressione (tenendo conto che esiste una proporzione inversa tra qualità e spazio richiesto);

Inoltre, potete usare VirtualDub per

unire più files

una condizione preliminare

Nel caso, frequente, che si abbiano più files da unire occorre impostare per tutti le stesse identiche opzioni di formato. Possono avere diverso peso in Kb, ma devono avere esattamente lo stesso formato.

Non è consigliabile effettuare, in tal senso, alcune operazioni col converter Talpa-Nanide su alcuni files e con VirtualDub sugli altri.

come fare

Poniamo di avere 4 files da accodare. Apriamo il primo della serie (chiamiamolo [A]), e gli accodiamo gli altri, in sequenza: [B], [C], [D], col comando "append segment" nel menu "file". E' infatti possibile con una sola operazione accodare più files.

Decidiamo infine quale nome dare al tutto (al nuovo file che assomma in sè i vari segmenti), col comando "save as".

ultimi ritocchi

Una volta riuniti tutti i files, o, nel caso di un unico file, da subito, si può procedere alla compressione finale: si tratta di decidere se vogliamo riversare il tutto su un solo CD, ad esempio, e quanto tale scelta garantisca una qualità accettabile del video.

In base a tale scelta si può decidere di comprimere ulteriormente o di lasciare invariata la qualità del video. Aumentarla non avrebbe senso, come già abbiamo detto, più di quanto non ne abbia trasformare una immagine .JPG in .BMP...

Alcuni strumenti aiutano a calcolare tale scelta, apposite calcolatrici software, come BitRate Calculator (BitCalc), facilmente reperibili con Google.

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.