Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

MyDigitalia
il digitale usato seriamente

Strumenti utili

Strumenti utili

tools per la gestione del disco disco fisso

deframmentare il disco fisso [Windows]

Aiuta ad aumentare la velocità. Windows è dotate di un proprio deframmentatore, che però spesso non termina, perché basta pochissimo e ... "il contenuto dell'unità è cambiato" !, e ricomincia daccapo.

Esistono altre utility, ad esempio DisKeeper, che si rivelano più efficaci e terminano il loro compito in modo accettabilmente veloce e sicuro. Ma il lavoro di deframmentazione è sicuramente favorito dall'altro suggerimento, che diamo qui di seguito, ossia la partizione del disco fisso in più unità virtuali.

Un file system come quello di Linux (ext2 o ext3) non necessita, almeno teoricamente, di deframmentazione, in quanto dotato di una propria automatica modalità di posizionamento dei files sul disco fisso.

partizionare il disco fisso: più ordine, più velocità e più sicurezza

Un consiglio che trovo utile è quello di partizionare il disco fisso, cioè dividerlo in più dischi virtuali.

Con quale vantaggio?

1.di poter avere sul medesimo computer più partizioni primarie (quelle cioè che ospitano il sistema operativo che gestisce la macchina, ossia, in Windows, più dischi C: \); ovviamente, in un dato istante, una sola sarà visibile e operativa.

2.poter, con vantaggio per la rapidità delle prestazioni del sistema e per l'ordine, tenere distinti i programmi (sul disco C:), i dati (su altro disco virtuale, ad es. D:), il file di swap (di windows), su altro disco virtuale, ed eventualmente altri files temporanei (ad es. su F:).
Così, ad es., dovendo salvare su supporto trasferibile i soli dati, sarà molto più facile, essendo già raccolti ordinatamente (tutti e solo) su un unico disco (virtuale).

programmi di partizionamento

Windows

Quale programma per partizionare il disco fisso? Ne esistono molti in commercio, anche in DOS. Attualmente il migliore, e gratuito è Easeus partition manager.

Attenzione!!! Questa operazione è consigliabile solo per chi abbia un minimo di esperienza di computer. Leggete bene le istruzioni e le avvertenze del programma che vi accingete a usare, e accertatevi che non siano prevedibili sospensioni della corrente elettrica durante la fase di partizionamento del disco fisso, che può durare periodi variabili, da pochi minuti a oltre mezz'ora.

Linux

Ottimo è DiskDrake, con cui potete creare, modificare, eliminare partizioni, sia fat32 e ntfs, sia ext2 ed ext3. Tale programma è fornito con tutte le maggiori distribuzioni di Linux. Ne esistono del resto anche altri, più sofisticati, come GParted.

Consigliamo vivamente peraltro di usarlo da LIVE-CD.

altri accorgimenti, per velocizzare le prestazioni

Oltre alla già accennata sobrietà nella istallazione dei programmi (meni sono, più veloce "gira" il PC), è anche utile evitare un sovraccarico nei fontsistallati: togliete quelli che non usate (o non usate più).
Siete sempre in tempo a reinstallarli: (in Windows) basta collocare il file (.TTF, o .FON) nella cartella FONTS, che è una sottocartella di c:\Windows

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.