Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

MyDigitalia
il digitale usato seriamente

visualizzare le immagini digitali

visualizzare le immagini digitali

programmi Windows

Esistono prodotti interessanti di tipo gratuito. Due ci sembrano degni di nota: IrfanView e XnView. Entrambi, come ACDSee (di cui parliamo sotto), sono visualizzatori di immagini, con cui potete vedere tanto una panoramica delle immagini presenti in una cartella (mediante thumbnails, piccole immagini), quanto una singola immagine a schermo intero, con possibilità di limitato editing.

IrfanView è un visualizzatore di immagini, decisamente leggero e veloce, ma anche personalizzabile con plugins. Con questo prodotto potete ridimensionare una immagine, ritagliarla, ottimizzarla riducendone le dimensioni in Kb, senza sensibili perdite di qualità, e, da non trascurarsi, potete agevolmente intervenire per leggere e scrivere i metadata: EXIF (sola lettura, ovviamente), IPTC e commenti.

Il limite maggiore di IrfanView, a parte l'interfaccia un po' spartana e le icone non esattamente bellissime, è nell'assenza del doppio clic del mouse: non c'è! Parallelamente a tale strana assenza c'è la schizofrenia tra immagini a schermo pieno e thumbnails: sono due finestre separate, due mondi diversi, due compartimenti stagni.

la parola: metadata

Si tratta di testo che viene aggiunto a una immagine, e ne può contenete dati tecnici (i metadata EXIF), come il tipo di fotocamera e simili, oppure dati contenutistici (metadata IPTC e commenti).

A differenza della description non viene immagazzinato in un file esterno (tipicamente descript.ion), con lo svantaggio di perdersi se il file viene rinominato o spostato in altra cartella, ma viene incluso dentro lo stesso file di immagine, "accompagnandolo", anche se viene rinominato o spostato.

Per questo una eccellente alternativa tanto a ACDSee e a IrfanView è XnView Con questo prog si ha una interfaccia molto simile, per gradevolezza e funzionalità (ad esempio con doppio clic del mouse si passa dalla singola immagine alla panoramica della cartella), a quella di ACDSee, ma si ha anche la serietà di IrfanView, nell'accedere ai metadata.

Fino alle ver. 1.80 c'era una pecca nella visualizzazione di commenti e metadata IPTC: mancava lo scrolling verticale, c'era solo quello orizzontale.

la versione 1.80 ha corretto quel difetto, ed è ora possibile visualizzare correttamente commenti anche lunghi, facendoli scorrere verticalmente.

Un terzo concorrente interessante: FastStone Image Viewer. Leggermente più esigente, in termini di memoria assorbita, ha quasi tutte le virtù di XnView, senza avere il difetto della mancanza di scrolling verticale nella visualizzazione dei metadata. Quasi tuitte le virtù, abbiamo detto: non visualizza i metadata IPTC, ma solo i commenti e gli EXIF.
Ha molte skin: il che per molti è un pregio, per altri un inutile appesantimento (io sto per quest'ultima opinione, perché non esistono skin "leggere", ma sono tutte piuttosto colorite e pirotecniche).

Negativamente valutiamo il pur molro diffuso ACDSee: si tratta di un prog commerciale, luccicante ma vuoto, buono al limite per chi ama l'usa e getta. Chi infatti ha molte immagini, e di qualche (stabile) valore, potrà avvertire la inadeguatezza di un software, che è sì graficamente accattivante, ma povero di funzionalità più "serie", sopratutto per ciò che concerne la catalogazione mediante standard (si veda quanto abbiamo detto sulla importanza degli standard).
Nelle ultime versioni ACDSee ha fatto addirittura dei passi indietro, e la sua capacità di gestire i metadata IPTC e i commenti, "inclusi" nelle immagini jpg, è scemata, in favore di un uso di formati proprietari di catalogazione, che obbligano l'utente a stare con tale prog ...o a spararsi.

per Linux

Il miglior programma per la gestione delle immagini in Linux a nostro avviso è DigiKam, un prodotto onnicomprensivo, come e più che XnView in Windows.

DigiKam è eccellente soprattutto per la manipolazione dei metadati e per la catalogazione delle immagini in base a essi. Aggiungere o modificare i metadati è davvero confortevole. Lo potete intravvedere in nella schermata qui rappresentata (che potete vedere nelle sue dimensioni totali)

DigiKam

Anche il tuttofare Konqueror, può, tra le 8 diverse modalità di visualizzazione dei files, visualizzare anche delle miniature delle immagini di una cartella, e una immagine intera per volta, come appunto fa un tipico visualizzatore di immagini. Si tratta tuttavia di una modalità molto essenziale, e senza particolari opzioni.

Un programma meno dotato di DigiKam è ShowImg, ma rispetto al concorrente è al tempo stesso meno veloce (ad esempio il passaggio tra immagine singola a schermo intero e miniature della cartella richiede svariati secondi, mentre in XnView è praticamente istantaneo) e meno accessoriato (tra l'altro non gestisce i metadata IPTC, ma solo i commenti e gli EXIF).

Decisamente più utile per la sua leggerezza, che si accompagna a una certa articolazione di funzioni (più limitate peraltro che in XnView) è Gwenview.

Specializzato nella elaborazioni di metadati, ma solo in quella, e grazie a una interfaccia grafica davvero misera, è Mapivi; non ci sentiamo davvero di consigliarlo, se non ha chi, armato di tanta pazienza, non fa nessun caso all'estetica.

visualizzare SVG

In Linux si trovano diversi programmi che oltre alle immagini non-vettoriali, visualizzano anche SVG: tra gli altri citiamo GQView, con una otima resa della maggior parte degli SVG, mentre Gwenview ha qualche maggior problema.

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.