Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.

MyDigitalia
il digitale usato seriamente

tablets

tablets

Un tablet fa cose diverse sia da un e-reader sia da uno smartphone sia da un PC.

Un tablet è un piccolo PC, con uno schermo ridotto, senza mouse ma con lo schermo touch-screen che ne fa in qualche modo le veci e senza una tastiera separata, ma con lo schermo che ce la presenta quando occorre (e non è granché più scomoda).

tablet

sua utilità

personalizzazione

Per chi viene dal mondo windows non ci dovrebbero essere problemi ad accettare un prodotto poco personalizzabile: fanno tutto gli altri.

Chi invece usa Linux sul proprio Pc è abituato a personalizzare e a controllare il proprio dispositivo, e trova un po' stretto stare nei limiti un po' angusti di un sistema come Android.

Per personalizzare a fondo un tablet android occorre però acquisire i privilegi di root, cioè di amministratore; ma facendo ciò si perde la garanzia, almeno sulla componente software. Minimo invece è il rischio di guastare l'hardware.

Personalmente io ho rootato il mio tablet android, senza danni, con KingRoot, app istallata sul tablet senza problemi; l'operazione è durata un 5/6 minuti.

Così ho potuto istallare delle apps che altrimenti non avrei potuto istallare, in particolare per permettere di riconoscere il dispositivo come usb mass storage (ums). Il che però, devo confessare, non ha reso riconoscibile il tablet al pc via usb.

collegare al PC / sincronizzare

Anche dopo il root e l'installazione di app apposite il tablet non viene riconosciuto da un pc con linux come unità usb esterna. Mentre in windows viene riconosciuta come tale anche senza apps apposite istallando i driver usb della marca produttrice (nel mio caso la Samsung).

Per collegare pc e tablet si può usare una app, logoSoftware Data Cable che collega i due dispositivi via ftp, e così posso, con Krusader sincronizzare le cartelle che mi interessano (Krusader in effetti è come un coltellino svizzero multiuso, e tra le tante funzioni, può connettersi via ftp). Certo, occorre che entrambi i dispositivi siano collegati in rete, magari alla stessa rete wi-fi, e questo è un limite; però funziona, ed è molto veloce (a meno che si tratti di trasferire grossi files: allora la velocità è considerevolmente inferiore a un trasferimento via cavo).

Ma egualmente, anzi meglio ancora, perché con un programma open source, si può fare con KDE connect (se si ha Linux con KDE) e poi il solito Krusader, di cui abbiamo appena detto. Anche qui la condizione è che il dispositivo mobile sia collegato alla stessa rete del PC.

condividere calendario e contatti

C'è un modo molto comodo di sincronizzare calendario e contatti tra pc e tablet (come tra pc e smartphone): affidarsi a Google.

Ci siamo dovuti arrendere a malincuore a questa constatazione: Google sincronizza in tempo reale un nuovo contatto o un nuovo evento nel calendario (tra smartphone, tablet e pc). Altri programmi non hanno funzionato, purtroppo.

Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.